Questo portale utilizza dei cookies.
Lente 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Costa Rica: Paolo si è trasferito con tutta la famiglia.

fp

Paolo si trasferito in Costa Rica con la sua famiglia; Più precisamente a Playa del Coco, in Guanacaste, nel nord del Costa Rica dove è riuscito a fare il suo lavoro di sempre, il grafico.

 

Ciao, raccontaci un po’ di te… di dove sei originario e cosa facevi quando eri in Italia?
Mi chiamo Paolo, ho 55 anni e, in Italia, abitavo a Senigallia dove svolgevo l’attività di grafico pubblicitario.
Ora risiedo a Playa del Coco, in Guanacaste, a nord del Costa Rica sul versante pacifico.

Quando e perché è arrivata la voglia o la necessità di lasciare l’Italia?
Alcuni anni fa ho iniziato a guardarmi intorno, facendo qualche viaggio esplorativo perché in Italia cominciavo ad essere insofferente.
Per il ritmo frenetico e, soprattutto, per la società che vedevo che si stava sempre più deteriorando, il cinismo, sempre meno umana, per non parlare della politica, corrotta e strafottente nei confronti del cittadino, in una parola: invivibile.
In più si cominciava a percepire la grande crisi.

Avevi già vissuto all’estero per lunghi periodi prima?
No, non ho mai vissuto per lunghi periodi all’estero, pur avendo viaggiato abbastanza.

Sei partito da solo o con partner o amici?
Mi hanno seguito, con grande entusiasmo, la mia compagna Nadia di 47 anni e nostra figlia Rebecca di 11 anni.

Perché ti sei trasferito proprio in Costa Rica?
La nostra meta doveva essere un paese vivibile sotto il profilo umano e con il sole tutto l’anno.
Quello che ci ha orientati verso il Costa Rica, senza dubbio, è il fatto che sia l’unico stato al mondo che non è dotato di esercito, sicuro e stabile politicamente. Oltre ad avere un grande rispetto per la natura.

In che cosa consiste la tua attività?
Ho continuato a svolgere il lavoro che conoscevo, il grafico.
Ed è quello che posso consigliare a quanti desiderassero stabilirsi in Costa Rica.
Tanti mi chiedono, infatti, ma che lavoro posso fare? Oppure partono con l’idea del ristorante o della gelateria.
Niente di tutto questo, la cosa più sensata è quella di continuare con il lavoro che si conosce.

Oltre a questo per cosa altro si distingue la tua attività?
La conoscenza del territorio e di molta gente sparsa in tutto il paese, mi ha dato l’opportunità di organizzare dei viaggi dall’Italia verso il Costa Rica.
E non solo per vacanza ma anche per aiutare coloro che intendano trasferirsi definitivamente.
A proposito del quale ho costruito un sito internet…

Quali differenze sostanziali riscontri a livello lavorativo rispetto all’Italia?
In Costa Rica non sei minimamente intralciato se vuoi intraprendere un’attività in proprio.
Al contrario, e giustamente dico io, sono molto protettivi nei confronti della popolazione locale e quindi restii a concedere lavoro ad uno straniero.

Vivere in Costa Rica sotto quali aspetti è meglio che in Italia? E sotto quali aspetti è peggio?
Per quanto se ne creda, o si voglia fare credere, il Costa Rica non è un paese arretrato, tutt’altro.
C’è molto rispetto per la natura (il 30% del territorio è parco naturale protetto).
Il 95% dell’energia è ricavata da fonti rinnovabili. La tassazione è accettabile (rispetto all’Italia si può dire quasi inesistente)
L’istruzione è gratuita così com’è garantita la sanità ed il livello di preparazione è molto alto.
Ci sono, ovviamente, anche delle situazioni negative rispetto allo standard italiano ed occidentale in genere.
Il paradiso terrestre, ripeto sempre, non esiste.
Con una bassa tassazione, ad esempio, è comprensibile che i servizi pubblici non siano al top.
Anche il clima gioca a sfavore dell’efficienza e della produttività, ma sono proprio i ritmi lenti e la prevalenza dell’essere piuttosto che dell’apparire che fanno, per me, del Costa Rica un paese unico e vivibile.

Cosa consiglieresti ad altri italiani che desiderassero seguire le tue orme?
Farei loro una domanda: cosa aspettate ancora?
Scherzi a parte, date un’occhiata al mio sito www.costaricaonline.it e li troverete tutti i consigli utili di cui avete bisogno e le risposte alle tante domande che tutti vi fate… O anche solo per curiosità.

Che tipo di lavoro/attività/investimento pensi sia conveniente praticare per un italiano in Costa Rica?
Del lavoro ho già detto. Per investire ci sono molte possibilità. C’è la possibilità, ad esempio, di acquistare un appartamento e farlo gestire, per l’affitto, sul posto. Oltre alla rivalutazione dell’immobile si otterranno delle continue entrate
senza fare nulla, anche continuando a vivere in Italia. Comodo, no?

Pensi che ci siano molti italiani che vivono in Costa Rica?
Attualmente vivono in Costa Rica circa 50.000 italiani, di cui trentamila residenti.

Consiglieresti la Costa Rica come meta per espatriare o più per una vacanza?
Per tutte e due le cose. Per rifarsi una una vita o per godersi la pensione è un’ottima meta.
Per una vacanza, benché non sia molto pubblicizzato, il Costa Rica è un paradiso naturale, dalle sue spiagge alla natura lussureggiante con la possibilità di fare tanti sport è un posto dove consiglio vivamente di pensare per trascorrere una bella vacanza. Se vi piacciono i villaggi “all inclusive” il Costa Rica non fa per voi. Attenzione però, potreste innamorarvi e… Mollare tutto e rimanerci per sempre!

Fonte: http://italianiemigrati.com

OggiOggi146
IeriIeri158
Questo meseQuesto mese2491
Dall'inizioDall'inizio138759
Joomla templates by a4joomla